News

CHIACCHIERATA A TU PER TU CON MASSIMO DORATO

Quante persone conoscete dello staff Imperium? Cosa sapete o non sapete di loro? Chi di loro vi gira le carte migliori? Esiste qualcuno che vi porta “sfortuna”?

Ecco Massimo Dorato, e alcune cose siamo andati a chiederle a lui. Dorato, il nostro dealer dall’aria simpatica, è nato e cresciuto a casa Imperium, facendo il corso di formazione proprio in sala, tra i “banchi” a dieci posti. Milanese DOC, da sempre barista, si è avvicinato al poker come tutti, prima ovviamente come player texas hold’em, un bel po’ di anni fa. Poi, una volta messo piede nella poker room in quel di Corsico se ne è innamorato, e ha voluto passare dalla parte giusta del tavolo. Sì, beh, non preoccupatevi, giusta ovviamente per lui! “Dovevo fare una scelta, se diventare milionario, o fare il dealer.. sai, il famoso anno sabbatico” Se pensate che diventare parte del nostro staff sia una cosa semplice, vi state sbagliando! Il corso, ovviamente, richiede studio e dedizione, e un periodo di prova durante i tornei, dove i floor controllano errori, comportamenti più o meno corretti, velocità e capacità. Eterno romantico, di vecchio stampo, è fidanzatissimo da dieci anni con una compagna totalmente fuori dal poker (ragion per cui tende a non vivere tantissimo l’ambiente nei suoi giorni liberi), giura di essere un uomo di casa guadagnandosi “la pagnotta” collaborando nei lavori domestici, ma lascia volentieri cucinare lei.

E quando è tempo di trasferte (perché, si sa, Imperium non è una sala, ma La sala, e si viaggia un po’), lui condivide l’avventura con Aldo, un altro dealer che conosceremo più avanti (ma chi non conosce Aldo poi???). È lui uno dei dealers “porta sfiga” durante i tornei? È lui che vi gira le carte peggiori? A quanto pare no, non è particolarmente additato dai players, anche se si rende conto che sì, con qualcuno è veramente (ovviamente involontariamente) crudele!

Anche a lui abbiamo chiesto quale sia stato il torneo più tosto a cui ha lavorato, e sembrerebbe proprio La Casa delle Carte abbia lasciato il segno! Beh, certo, come biasimarlo! Centomila garantiti all in one day, e players da tutta Italia! Però, l’adrenalina che si sente nell’aria durante La Notte degli Assi ha un odore particolare, c’è qualcosa di speciale che fa preparare tutti al massimo della professionalità. Grazie alla “scuola Imperium”, Dorato fa parte dello staff longevo, mantenendo alto il nome della sala con la sua simpatia e il suo rispetto, anche se, per mano dei colleghi amici, talvolta è vittima di qualche innocente scherzetto durante i break… chi si ricorda la sparizione degli assi dal mazzo durante il check? E la questione “religiosa” a Sharm el Sheikh? Bella la bravura, bella la serietà, ma a noi, ce piace scherzà!

Scroll to top