• No products in the cart.
View Cart
Subtotal: 0,00

Imperium News

Daniel Negreanu: “Per me le WSOP 2020 non si faranno”

Secondo Daniel Negreanu, che oltre ad essere uno dei giocatori di poker più conosciuti e influenti al mondo ha anche la residenza a Las Vegas, le World Series of Poker 2020 sono destinate ad essere cancellate.

L’ex ambasciatore di PokerStars si è così espresso in una recente intervista rilasciata ai colleghi di PokerNews, durante la quale ha pure svelato di aver vissuto un periodo di quarantena con la moglie Amanda.

Il Kid Poker-pensiero

“Personalmente, non penso che le WSOP si disputeranno quest’estate”. Questo è stato il commento, piuttosto tranchant, che il Kid Poker ha voluto fare a chi gli chiedeva se secondo lui esisteva ancora la speranza di giocare i mondiali di poker nel 2020.

Negreanu non ha però escluso che la kermesse possa essere soltanto spostata, e non completamente cancellata: Magari si farà in autunno, ma sarei veramente sorpreso se l’emergenza fosse rientrata per allora. Non c’è molto che si possa fare per impedire che i germi si diffondano durante un torneo di poker”.

Riguardo la quarantena, per Daniel non è stato un grosso problema: “Io e Amanda siamo entrambe persone che amano stare a casa”. L’unica cosa che è davvero cambiata per Negreanu è il non poter andare alle partite del suo sport preferito, l’hockey su ghiaccio.

WSOP 2020, la decisione non prima di maggio?

Si pensava che una decisione definitiva sulle WSOP 2020 potesse arrivare già questa settimana, ma Seth Palansky (Vice President of Corporate Communications delle World Series) ha spostato la deadline in un’intervista rilasciata al Las Vegas Review Journal.

“Andiamo avanti a testa bassa, mantenendo la programmazione. Non dobbiamo decidere immediatamente”, ha affermato Palansky.

“Le cose cambiano non ogni giorno, ma di ora in ora. Continueremo a monitorare”.

Le WSOP 2020, lo ricordiamo, sono previste dal 25 maggio al 16 luglio 2020 al Rio All-Suite Hotel and Casino di Las Vegas.

Ma se si disputeranno davvero, probabilmente lo sapremo soltanto tra un mese.

Scroll to top