News

Only The Barracudas – Intervista ad Andrea Bet

Abbiamo avuto il piacere di fare 2 chiacchiere con Andrea “Bet” Bettelli, ideatore del format “Only The Barracudas”, ma anche dell’IPO.

Come e’ venuta fuori l’idea di “ Only The Barracudas”?

L’idea del Barracudas nasceva da un esigenza precisa, quella di ideare un torneo che potesse avere piu’ ciclicita’ nel tempo , rispetto ad esempio ad un classico IPO che invece si realizzava solo 3 volte all’anno, o un WSOP.

Come sempre la ricerca del nome e’ stata un avventura e peggio ancora e’ andata con il logo che faceva molta fatica a venire fuori. In questi casi e’ inutile avere fretta, si creano solo pasticci, bisogna solo aspettare e nel mio caso ha funzionato cosi. Ad un certo punto l’idea inizia a prendere forma esattamente come la si immagina.

 

Come nasce un evento?

Quando mi chiedono come nascono gli eventi trovo sempre qualche difficolta’ a dare una spiegazione chiara e semplice che accontenti tutti. Purtroppo non e’ cosi facile spiegare il meccanismo che regola la nascita di un nuovo progetto, in questo caso di un torneo o meglio ancora di un evento.

Diciamo che esiste un punto di origine che parte dalla necessita di creare qualcosa di nuovo, nel mio caso e’ una necessita per uscire dai soliti schemi e cercare di trovare qualche alternativa, anche azzardando un po’. In qualche caso le idee si trasformano in una buona cosa, in altri casi le idee vanno a vuoto e si abbandonano.

Diciamo che e’ la platea dei giocatori che ne decreta il successo o meno, anche se in alcuni casi ho volontariamente abbandonato dei progetti che numericamente funzionavano.

Quanto vive un evento?

Gli eventi durano per il tempo che devono durare e il meccanismo che regola la durata e’ complesso e impegnativo. In ogni caso un evento ha un ciclo di vita che prima o poi rallenta o nel peggiore dei casi, termina. E la soluzione del problema non e’ pompando un garantito migliore ecc ecc, bisogna semplicemente accettare che il ciclo e’ terminato. Un buon organizzatore riconosce sempre quando arriva quel momento..

Cosa e’ importante per te nella comnicazione?

Ho sempre sbandierato l’anti sensazionalismo come forma di “non comunicazione”, credo invece nell’originalita’ delle idee, a volte anche azzardando attraverso concetti meno legati ai contenuti, ma piu’ legati all’immagine che voglio costruire. Ovviamente in tutto questo discorso, manca l’elemento piu’ importante legato allo staff.

Ogni idea, logo, titolo ecc ecc, vale zero se poi l’alchimia non si lega con le persone giuste..

E IPO ?

Come sai, la mia avventura con IPO e’ terminata, l’evento continuera’ sotto il segno dell’ organizzazione che ho appena lasciato, augurandomi che vengano mantenute quelle caratteristiche che lo hanno segnato nel tempo, e nel caso di IPO non sono ne facili ne poche.. Per me si chiude un ciclo importante che ha fatto la storia, ma se ne aprira’ sicuramente un altro molto intenso, ricco di novita’ per il 2020.

Il tuo rapporto passato con Imperium?

Nel passato il contesto tra noi era molto competitivo e ovviamente ci si osservava a distanza, ma devo dire sempre con molto rispetto. Il vostro Presidente Salvatore Vendemini, e’ sempre stato tra i pochissimi se non l’unico a farmi i complimenti alla fine di un evento ben riuscito e anche a darmi dei preziosi consigli. In un modo o nell’altro ci siamo sempre sentiti ed e’ nata una stima reciproca..

Grazie Andrea.

Scroll to top